Plesk è un pannello di controllo che permette di gestire in modo semplice e veloce i servizi hosting. Si tratta di un pannello molto diffuso e può avere un peso importante nella scelta del servizio hosting in quanto permette un’ampia autonomia senza dover passare dal provider. Il diretto competitor di Plesk è CPanel. Non è da sottovalutare, tuttavia, DirectAdmin.

Per poter utilizzare plesk è necessario acquistare una licenza. In questo tutorial verrà utilizzata una licenza trial reperibile da quì.

Una volta compilato tutto si riceverà via mail una chiave di licenza temporanea.

Una volta ricevuta la chiave via mail si può accedere in ssh come root

Per scaricare plesk bisogna digitare da shell

 

wget http://autoinstall.plesk.com/plesk-installer

in modo da avere la seguente situazione

Per avviare l’installazione di plesk bisogna quindi scrivere

sh plesk-installer --all-versions

e cliccare F per procedere

Partirà quindi l’installazione. Il primo step permetterà di scegliere la versione di plesk.

Si scelga una versione stabile, come da immagine, e si vada avanti premendo F

La schermata successiva permette di scegliere il tipo di installazione. E’ suggeribile scegliere “custom” per personalizzare un minimo in base alle proprie esigenze.

Procedendo verrà permessa la selezione di alcuni componenti. Bisogna entrare nei vari menù ed abilitare/disabilitare ciò che si desidera e andare avanti.

Verrà poi chiesta conferma sui pacchetti da installare/rimuovere e inizierà tutto il processo di installazione.

Una volta termianta l’installazione verrà fornita una breve sintesi di tutto.

Andando sull’url di plesk ovvero INDIRIZZOIP:8443 comparirà la schermata di login

Inizierà, quindi, la parte finale dell’installazione. La prima cosa che verrà richiesta sarà l’inserimento della licenza. Selezionare quella di cui si è in possesso e si proceda.

Verrà quindi completata la configurazione di plesk.

Quindi si presenterà il pannello come segue